CEFALOMETRIA su RX-TLL: 8 Autori  –  Cod. List. 022w 

La cefalometria (dal greco “misura della testa”) è lo studio delle varie forme dei profili facciali e delle strutture ossee che costituiscono il cranio, in base alla localizzazione di specifici punti di rèpere cefalometrici.

L’esclusivo software proprietario ORTOSYS-R consente di elaborare contemporaneamente ben 8 tracciati cefalometrici computerizzati, che CDD Snc distingue in:

1. FATTORE-11 – Sono le 11 misure previste nel tracciato Ricketts base come proposte da Gugino e Langlade. Questo tracciato indaga la tipologia scheletrica e funzionale dell’esocranio: in particolare consente di valutare la posizione del mento nello spazio in rapporto al piano FH. Consente anche di comprendere la tipologia facciale del paziente, la eventuale previsione di crescita, nonché lo spazio che sarà a disposizione per i denti del giudizio al momento della loro apparizione in arcata.

2. GUGINO (o Ricketts esteso) – Si tratta delle ulteriori 21 misure cefalometriche proposte dal Dott. Carl F. Gugino, che completano le misure della cefalometria del suo maestro Ricketts.

3. ESTETICA – Sono le misure cefalometriche proposte dal Dott. M. Langlade che consentono di focalizzare l’attenzione sui parametri estetici, quale aspetto maggiormente caro alle scuole ortodontiche europee.

4. CAGLIARI – Tracciato proposto dal Prof. Falcone dell‘Università di Cagliari. Questo tracciato risulta per l’ortodontista forse il migliore tra gli strumenti per comunicare al paziente con l’aiuto della grafica la posizione spaziale degli incisivi, la posizione che assumerebbero in assenza delle forze muscolari periorali, la posizione di fine trattamento che si desidera raggiungere.

5. MILANO ANGOLI – Analisi proposta dal Prof. E. Giannì dell’Università di Milano. Per ragioni di impaginazione in fase di stampa, in questo tracciato sono riportate solo le misure angolari. Insieme alle misure lineari – Milano distanze – questo tracciato completa sua la filosofia di analisi.

6. MILANO DISTANZE – Analisi cefalometrica proposta dal Prof. E. Giannì dell’Università di Milano. In questo tracciato sono riportate solo le misure lineari. Insieme alle misure angolari – Milano angoli – questo tracciato completa la sua filosofia di analisi.

7. STAINER– Si tratta della scuola cefalometrica probabilmente più conosciuta nel mondo, anche se considera principalmente la posizione spaziale dei mascellari rispetto alla base cranica (S-N-A; S-N-B; A-N-B).

8. BOLOGNA – È il tracciato proposto dal Prof. Giorgio May: si tratta della più antica cefalometria di scuola italiana nel mondo.

 

Tutti i tracciati cefalometrici contano 2 pagine:

  1. La prima pagina riporta il disegno delle strutture cefalometriche con le rette di riferimento, necessarie al calcolo delle misure richieste da questo tracciato. 
  2. La seconda pagina riporta i valori delle misure calcolate, unitamente all’indicazione della normalità e dei valori della deviazione standard ove indicati nella bibliografia di riferimento (riportata anche in stampa). 

Ad eccezione del tracciato cefalometrico secondo Giannì- distanze, a seguito di semplice richiesta e senza ulteriori costi, per tutti gli altri tracciati e a seguito di specifica richiesta possono essere elaborate e consegnate gratuitamente ulteriori due pagine:

  1.  La prima riporta l’indicazione del significato clinico di ciascuna misura (ove indicato nella bibliografia di riferimento).
  2. La seconda riporta una indicazione di trattamento riferita alla singola misura (anche qui ove prevista nella bibliografia), con la quantificazione della differenza matematica tra il valore calcolato e quello statistico ideale.

 

Magari per i tracciati cefalometrici non appaiono indispensabili le ulteriori pagine:

  • La n. 3 (che riporta il significato clinico riferimento alla singola misura)
  • La n. 4 (che riporta gli obiettivi numerici che in teoria si spera di ottenere attraverso il trattamento ortodontico).

Queste ultime due pagine invece, appaiono necessarie per le misurazioni dei modelli ortodontici, dove ci sono degli elaborati espressi in valori percentuale, pertanto di non proprio semplice comprensione.

In realtà, sebbene ogni elaborazione comprenda l’elaborazione delle pagine appena elencate, CDD-Snc consegna di prassi solo due pagine per ciascun tracciato cefalometrico (il disegno e le misure), tralasciando le pagine relative alle indicazioni cliniche e indicazioni di trattamento, perché dedicate unicamente ai professionisti agli esordi del loro percorso  professionale. Di contro, tali contenuti potrebbero risultare “fuorvianti” quando eventualmente letti dal paziente direttamente interessato, perché potrebbe intendere che le indicazioni riportate misura per misura siano vincolanti (invece hanno un certo valore solo per un quadro diagnostico maggiormente specifico).

In ogni caso su richiesta (anche una tantum o di prassi), CDD-Snc consegna al prescrittore gratuitamente tutte le 30 pagine (che il programma ORTOSYS-R elabora comunque).

Chiudi il menu