LA CARTELLA ORTODONTICA - SYSTEM-18

Immagina di poter utilizzare un unico sistema ergonomico che raccolga TUTTI i documenti e TUTTI gli elaborati di ciascun paziente ortodontico.

Immagina anche di poter confrontare la modulistica che utilizzi per la raccolta dati, con lo scopo di prendere spunti per eventuali miglioramenti.

Immagina una lunga serie di elaborati e misurazioni dei modelli ortodontici, delle RX, delle foto, compreso l’analisi clinica, posturale, optometrica, etc.

Immagina un vero sistema di comunicazione codificata, rivolta ai collaboratori e consulenti interni ed esterni allo studio, allo stesso paziente ed agli eventuali suoi consulenti.

La cartella ortodontica SYSTEM-18 è tutto questo ed anche molto di più! Si tratta di un vero SISTEMA, composto da ben 18 elementi di listino, che possono essere assemblati a piacere, anche in funzione della complessità del caso ortodontico.

A nostro avviso si tratta della migliore soluzione disponibile sul mercato che aiuta il professionista nella ottimizzazione dell’organizzazione dei documenti del paziente ortodontico, immagine dello studio, know-how personale del professionista, contenuti indispensabili per la medicina difensiva, etc.

Elenchiamo solo alcune caratteristiche, quelle forse meno importanti dal punto di vista dei contenuti a scopo diagnostico (che diamo per scontati e comunque analizzati tra i nostri singoli servizi: qui sarebbe una inutile ripetizione):

Elenchiamo solo alcune caratteristiche, tra l’altro quelle forse meno importanti dal punto di vista dei contenuti a scopo diagnostico (aspetti che diamo per scontati e comunque analizzati tra i nostri singoli servizi: qui sarebbe una inutile ripetizione):

  • Tutte le pagine dei moduli sono personalizzati con i dati identificativi del paziente ortodontico (compreso la stessa copertina), al pari di tutte le pagine di qualsiasi elaborato.
  • Qualsiasi servizio potrebbe essere ottenuto utilizzando esclusivamente il web (le immagini radiografiche e quanto eventualmente da elaborare, oggi sono tutti elementi normalmente digitalizzati e possono viaggiare via web): gli elaborati sono già pronti per la stampa in studio nel formato A4 in PDF.
  • Sono inesistenti le spese di trasporto
  • Sono completamente annullati i tempi del corriere
  • Nessun rischio di smarrimento o deterioramento delle RX e quant’altro.

Al tutto si aggiunge la COPERTINA: un vero e proprio “contenitore ergonomico” capace di raccoglie tutta la documentazione cartacea della persona in trattamento ortodontico (documentazione di inizio, durante, fine trattamento, follow-up e relativi elaborati). Anche centinaia di pagine pagine zeppe di informazioni: una sorta di canovaccio di cose da fare, da dire, da chiedere e annotare le risposte,  etc.).

Gli elementi a scelta che possono comporre la ”cartella SYSTEM-18” sono suddivisi in 5 (cinque) gruppi:

  1. La raccolta di MODULI è il frutto di continue ricerche e miglioramenti che hanno inizio nella metà degli anni ’70. Ben oltre cinquanta moduli fittamente dattiloscritti, utili per ogni esigenza. Se stampati preventivamente al loro effettivo impiego, è possibile riservare il loro utilizzo solo all’occorrenza: si tratterebbe solo di scegliere la stampa di qualche pagina in più, a fronte di un notevole impatto quantomeno dal punto di vista del marketing. Da una parte ci sarebbe il puro costo della carta e dell’inchiostro per la stampa, dall’altra parte della bilancia una incredibile quantità di informazioni, sempre a disposizione per ogni esigenza.
  2. Una serie di ANALISI – A scelta tra ben oltre 10 (dieci) opzioni: anche centinaia di pagine piene di contenuti. Per molti professionisti si tratta di elaborati assolutamente indispensabili, per altri possono essere considerati alternativi tra loro (ad es. la previsione di crescita e breve e lungo termine, con e senza trattamento). Ma resta innegabile che una vasta gamma di servizi disponibili consenta una maggiore scelta. Per tutti, questi servizi costituiscono un inestimabile valore aggiunto. Anche a voler considerare unicamente questo aspetto, al di là dei contenuti, non c’è assolutamente confronto con l’impatto d’immagine tra un tracciato con poche linee disegnate direttamente sull’acetato (o sulla stessa RX), e una cartella composta anche da diverse centinaia di pagine, piene di contenuti di puro valore!
  3. Una speciale sezione della cartella è dedicata alla COMUNICAZIONE SCRITTA: ricordiamo che almeno il modulo per raccogliere il consenso informato è un documento obbligatorio.
  4. Segue la sezione dedicata ai SERVIZI ACCESSORI: le richieste particolari che risolvono esigenze specifiche.
  5. L’ultima sezione, quella dei PACCHETTI ED ALTRE OFFERTE, raccoglie gli GLI STANDARD DI RICHIESTE maggiormente “gettonate”.

La cartella ORTOSYS-18 può essere confezionata come meglio preferita, sia per quanto riguarda i moduli, sia per quanto attiene agli elaborati: la scelta dipende unicamente dalle esigenze da valutate in due momenti:

 

  • Nella fase di definizione dello standard di base. Una scelta considerata in teoria come standard minimo di documentazione (che sarà ritenuto valido sempre per tutti i casi)
  • Nella fase della prescrizione: lo standard minimo sarà rivalutato di volta in volta: in fase iniziale di trattamento, in corso di trattamento, in fase di conclusione del trattamento e durante il follow-up, pertanto integrando la richiesta di documentazione solo all’occorrenza.

 

Per agevolare la definizione dello standard minimo per ogni caso ortodontico in fase di inizio trattamento, nonché la composizione della cartella nei diversi casi maggiormente complessi, CDD-Snc ha codificato le cinque richieste maggiormente “gettonate”:

  1. La Cartella Standard-1 (Cod. LIst. CS-1W)  – Oltre 125 pag. di moduli e contenuti
  2. La Cartella Standard-2 (Cod. LIst. CS-2W)  – Oltre 135 pag.
  3. La Cartella Standard-3 (Cod. LIst. CS-3W)  – Oltre 180 pag.
  4. La Cartella TOP-C         (Cod. LIst. CC-1W) – Oltre  220 pag.
  5. La cartella TOP-C4       (Cod. LIst. CC-2W) – Oltre  350 pag.

In realtà è possibile chiedere anche la cartella con il minimo degli elaborati come standard di base: anche unicamente i tracciati cefalometrici (lo standard-1) e talvolta anche l’analisi dei modelli (lo standard-2).

Di qualsiasi standard si tratti, meglio definire già al momento del primo ordine lo standard di base minimo della cartella ortodontica, sempre con riserva di maggiori approfondimenti e contenuti solo quando necessario; ad es.: la relazione al paziente, i tracciati extra, il VTO, il VTO-C, la modulistica aggiuntiva, etc.

 Per approfondire vedi anche I NOSTRI SERVIZI ONLINE

____________________

Prova oggi stesso i nostri servizi !

  • Inizia scaricando gratuitamente i moduli di AMMINISTRAZIONE qui in basso

(Cod. List. 000w):

    • Puoi stamparli ed utilizzarli come sono
    • Puoi confrontarli con quelli già in uso e prendere spunti di miglioramento
    • Puoi modificarli a piacimento (chiedi il file word)
    • Puoi personalizzarli con i dati del tuo paziente
    • Puoi chiedere a CDD-Snc di personalizzarli (li riceverai in pdf, personalizzati e pronti per la stampa)
 
Chiudi il menu